MIX & MATCH: vademecum pratico per mixare mobili classici e moderni

Chi ha detto che una casa può avere un solo stile d’arredo? E chi ha detto che lo stile classico e moderno non possano star bene insieme? 

Hai ereditato mobili antichi da genitori/nonni e non sai come inserirli nella tua casa ultramoderna? Hai scelto uno stile d’arredamento classico per la tua casa e pensi sia arrivato il momento di dargli una rinfrescata?

Sei capitato nel posto giusto! 

Prima di tutto, se hai perso il nostro articolo sugli stili di arredo, recuperalo a questo link https://www.magazzinosottocosto.it/blog/gli-stili-darredo-di-magazzinosottocosto-it/. 

Ora che hai chiara la differenza fra stile classico e moderno, vediamo insieme alcuni consigli utili su come mixarli insieme. 

1) L’importanza dell’equilibrio

Mixare arredamento classico e moderno permette sia di dare una nota moderna a un arredamento classico, che di scaldare un ambiente minimal e moderno con elementi dall’aria retrò. Questo mix è ben riuscito solo se nel complesso risulta equilibrato. 

La regola dell’equilibrio che si segue in questi casi è 80/20. In sostanza, devi scegliere se rendere predominante il classico o il moderno. Se vorrai far prevalere il classico, avrai l’80% di mobili classici e solo il 20% moderni. Se viceversa preferisci rendere dominante il moderno, soltanto il 20% dei mobili saranno classici e l’80% moderni. La regola 80/20 non vale solo per i mobili ma per tutti gli elementi presenti nella stanza. Attenzione quindi anche allo stile scelto per i complementi d’arredo più piccoli, spesso trascurati, come lampade, quadri, orologi, e tutto ciò che rende unica la tua casa. 

2) La scelta del colore

Come saprai, l’arredamento classico è caratterizzato da una finitura del legno di colore scuro. Tutti i mobili classici che inserisci nella stanza devono avere lo stesso colore del legno. Ancora più attenzione se la tua casa ha un pavimento in parquet. In quest’ultimo caso, infatti, su un parquet molto chiaro non sta bene un mobile dal legno scuro, e viceversa. 

Una buona soluzione può essere contrapporre i toni scuri e caldi dell’arredamento classico, a quelli più chiari e neutri dell’ arredamento moderno. È utile ricordare che quando arrediamo la nostra casa, l’ideale è scegliere due colori predominanti (con rispettive tonalità) e un colore chiaro. Nel mixare classico e moderno si fa però un’eccezione. È consigliabile scegliere un solo colore predominante, in particolare se si vuole far prevalere l’arredamento classico, e un colore neutro che funge da colore di contrasto.

3) Un buon risultato

Saprai di aver ottenuto un buon risultato se l’ambiente risulterà un mix equilibrato fra la funzionalità e la luminosità dello stile moderno, e l’eleganza tipica dello stile classico. 

Potete, ad esempio, accostare una scrivania in legno intarsiato e scuro a una modernissima sedia bianca in polipropilene. Oppure creare un soggiorno con soli arredi classici e metterci al centro un grande lampadario moderno. O ancora, in camera da letto, inserire un letto ultramoderno con testiera in ecopelle o legno liscio bianco (non texturizzato), abbinandolo a comodini e cassapanca color noce.  

https://www.facebook.com/magazzinosottocosto/reviews/